Attualmente, circa il 50% di tutti i nuovi farmaci e delle terapie in sviluppo per il prossimo futuro sono biotech, e questa percentuale cresce se si considerano i trattamenti innovativi come vaccini, anticorpi monoclonali per tumori, terapia genica.  Da quel lontano 1982, quando per la prima volta venne immesso sul mercato un farmaco ricombinante – l’insulina –, le biotecnologie si sono sempre più affermate in campo sanitario, consentendo la messa a punto di principi attivi e terapie una volta impensabili.

Continua la lettura per approfondire l’argomento e scarica l’articolo completo.